Skip Global Navigation to Main Content
Skip Breadcrumb Navigation
Visti di categoria C1/D
 

Il visto C1/D nasce dalla combinazione di due differenti visti, l’uno destinato a membri di un equipaggio, l’altro previsto a solo scopo di transito. E’ un visto per non immigranti destinato a coloro che devono imbarcarsi su una nave o su un aereo come membri dell’equipaggio. Nel determinare se le funzioni di una persona sono richieste a bordo per normale operatività e servizio, l’Ufficiale Consolare valuterà le responsabilità e le attività che il richiedente effettuerà a bordo. Ad esempio, una estetista o un bagnino impiegati a bordo di una nave da crociera, un elettricista che presta servizio su una nave posacavi, oppure un chimico a bordo di una baleniera, sono classificabili come membri d’equipaggio.

Requisiti per il visto C1/D

I richiedenti un visto, devono qualificare ai sensi della legge sull’Immigrazione e la Nazionalità (Immigration and Nationality Act).

La legge presuppone che ogni persona che richiede un visto e’ un possibile immigrante. Ne consegue che coloro che fanno domanda per il visto di C1/D, devono smentire tale presupposto dimostrando che:

  • la finalità del loro viaggio è di entrare negli U.S.A. per motivi connessi alle loro attività di membri di equipaggio o di transito;
  • la permanenza sarà per un periodo specifico;
  • essi hanno una residenza fuori dagli U.S.A. insieme ad altre situazioni di obbligatorietà che li indurranno a farvi ritorno una volta concluso il viaggio.

Familiari

I familiari (coniugi e/o figli) che viaggiano negli U.S.A per accompagnare un membro di un equipaggio, e che non svolgono servizi necessari per la normale operatività della nave o dell’aereo, devono richiedere un visto B-2, eccezion fatta nel caso che tali dipendenti abbiano intenzione di entrare negli Stati Uniti per una finalità diversa, qualificandosi quindi per un differente tipo di visto, oppure ai sensi del Programma di Viaggio Senza Visto (Visa Waiver Program).

Reciprocità

In alcuni casi la regola della reciprocità non consente l’emissione di un visto congiunto come il C1/D. L’Ufficiale Consolare puo’ emettere ad un membro d’equipaggio il visto congiunto, nel caso che la normativa di reciprocità contempli lo stesso numero di ingressi e periodi di validità sia per il visto C-1 sia per il visto D.
Nel caso che la normativa per il C-1 e per il D differiscano relativamente al numero di richieste di ingresso o periodi di validità permessa a ciascuna categoria, l’Ufficiale Consolare rilascerà i visti separatamente, il C-1 ed il D.

 

PER RICHIEDERE UN VISTO PER MEMBRI DI UN EQUIPAGGIO E DI TRANSITO E' NECESSARIO PRESENTARE LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE

  • Ricevuta dell'avvenuto pagamento, presso una qualsiasi filiale della BNL, della tariffa consolare non rimborsabile.
  • Modulo di richiesta visto DS-160.
  • Passaporto in corso di validità. Se il passaporto comprende più persone, ciascuna persona che desideri un visto dovrà presentare una richiesta di visto separata.
  • Una foto tessera per ciascun richiedente il visto, bambini inclusi (vedi la pagina web "Requisiti della fotografia").
  • Contratto di lavoro o lettera redatta dal datore di lavoro su carta intestata, riportante i dati identificativi del richiedente e le specifiche mansioni previste dall’incarico.